L'eventuale perdita di un dente, anche di uno solo, implica variazioni a carico di tutto l'apparato masticatorio; queste variazioni tendono a divenire ogni giorno più evidenti soprattutto più difficilmente risolvibili con il passare del tempo.

Ogni elemento perso va sostituito; a seconda del caso si ricorre a protesi mobili o protesi fisse (su impianti o su denti naturali).

Protesi mobili

Le protesi mobili sono fissate ai denti residui o appoggiate alle gengive nel caso in cui i denti siano del tutto mancanti.
Lo svantaggio di tali protesi è che tendono ad avere un'azione negativa nei confronti dei denti da cui sono supportate, i quali sono costretti a carichi e forze anomale che ne possono compromettere la stabilità.
Ovviamente maggiore è il numero dei denti presenti e maggiore sarà la stabilità della protesi. Mentre nel paziente completamente edentulo la protesi mobile è detta "totale" ed appoggia e si sostiene completamente sulla mucosa che ricopre le arcate ossee prive di denti. Tra i vantaggi che annoverano le protesi mobili vi è quello della facilità alla pulizia ed all’igiene domiciliare quotidiana sia della protesi che del cavo orale. Inoltre sono generalmente più economiche rispetto ad una protesi fissa tradizionale o su impianti. Tra gli svantaggi abbiamo il fatto che le protesi mobili sono più ingombranti e più fastidiose (proprio perchè mobili!) rispetto alle protesi fisse. Inoltre nel caso in cui queste protesi si appoggino sulla mucosa della bocca talvolta possono determinare delle piccole ferite (piaghe da decubito) che necessitano di modifiche alla protesi per poter guarire.

Protesi fisse su denti naturali

La protesi fissa consente di poter ricostruire dei denti propri rovinati (ad es. da carie ) o mancanti, per mezzo di protesi comunemente chiamate ''corone'' o ''capsule'' (nel caso di protesi su un singolo dente e di ''ponte'' (nel caso di una protesi fissata ed appoggiata su due o piu' denti naturali allo scopo di sostituire i denti mancanti). Ovviamente si differenzia dalle protesi dentarie mobili proprio per il fatto che non è possibile per il paziente rimuovere la protesi dal cavo orale, proprio perchè la protesi fissa è "cementata" ai denti naturali del paziente.

Le corone prevedono una armatura interna metallica (struttura) realizzata principalmente in lega aurea, palladiata o titanio, ed un rivestimento estetico esterno. Uno dei materiali più utilizzati per la realizzazione del rivestimento esterno di tali protesi è la porcellana, per via delle sue particolari peculiarità estetiche e di durezza.

L'odontoiatria moderna permette la messa in opera di protesi fisse in ceramica indistinguibili, dal punto di vista estetico e funzionale, dai denti naturali, senza struttura interna in metallo (che spesso può trasparire sotto le gengive nei settori più estetici).


Dott. Giuseppe Bernardo

Via S.Antonio Abate, 320/C
81040
Pietravairano (CE)

Tel. 0823 982174                                   Cell.studio 331 7969925  studiobernardo@hotmail.it

Laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria conseguita in data 13/11/2000 presso l'Università degli Studi di Siena.

Iscrizione all'Ordine Professionale dei Medici e degli Odontoiatri di Caserta n 0505.

C.F.: BRNGPP75T01F839P
Partita IVA: 02871910614